«

»

Che cosa è l’Amore?

Messaggio di San Francesco canalizzato il 20 Settembre 2011 da Simone Focacci.

farfalla-azzurraChe Cos’è l’Amore?

Da sempre l’uomo si pone questa domanda. Immaginate e respirate, immaginate un Creatore che si pone la stessa domanda e immaginate che la Creazione stessa si pone questa domanda. Immaginate questo e siete prossimi alla Verità. Fratelli e sorelle, l’Amore è il tutto che cerca se stesso, è la forma che si manifesta in essenza, è l’essenza che riconosce la forma.

L’Amore è la base, è la radice della Creazione, l’Amore è anche la radice che cresce, che si fa pianta, che si fa albero, ramo, frutto, nettare.  In questa visione che ad un livello voi potete solo immaginare ma che ad un altro voi vivete, voi siete amati dall’Amore che è tutto, che è la base della Creazione, che è la particella primaria su cui si manifesta l’Esistenza.

Per usare parametri di riferimento per voi comprensibili e accettabili, l’Amore è la base concreta su cui tutte le Leggi dell’Universo possono manifestarsi. È lo Spirito dell’Intento Unitario di Dio creante la base stessa affinché ogni creazione materiale, ogni esperienza possa manifestarsi. Presto anche la vostra scienza riconoscerà questa verità come le scienze antiche di antiche civiltà hanno riconosciuto. L’Amore è la base della Creazione, concreta, persino materiale ma è anche un’emozione profonda, uno stimolo per voi, una verità.

Vedete come anche l’Amore diventi infine una parola, un concetto, quindi osservate già quante manifestazioni si possono considerare Amore.  Voi vi muovete esattamente tra la radice e il frutto di questo Amore. La vostra libertà è anche quella di allontanarvi dall’Amore primario che ci ha creato, ma questo allontanarsi porterà un avvicinarsi nuovo.

Questo, potete osservare, è stato anche il vostro percorso, vita dopo vita: il vostro allontanarvi dall’Amore in azioni, parole e pensieri, non ha fatto altro infine che rafforzare il desiderio della vostra Anima di crescere e di riconciliarsi con tutto ciò che è Amore nella vostra vita.

Chiaramente questo non è un percorso compiuto per voi e non è nemmeno un percorso lineare e costante, è un percorso intenso persino misterioso, ma sempre affascinante, che vi impegna e vi impegnerà sempre di più.  La storia dell’uomo è una storia di esperienza, una storia per comprendere il modo di manifestare l’Amore anche nelle azioni, anche attraverso le azioni che “amano ciò che non è amore” che voi tutti avete compiuto nella vostra vita.

Questi residui esperienziali e karmici si manifestano ancora in voi come blocchi, blocchi a ricevere, blocchi a donare l’Amore. Ma questa è la vostra sfida e sicuramente anche la vostra grande opportunità. L’Amore è in voi, l’Amore è attraverso di voi, attraverso le vostre azioni, parole e pensieri, l’Amore è attraverso la manifestazione della vostra energia, sempre più coerente, innalzata e selettiva.

L’Amore lo potete creare o lo potete anche canalizzare, lo potete riconoscere come un frutto di un albero esterno a voi o come un dono che voi regalate dalle vostre scorte. Se in momenti della vostra vita voi sentite che il vostro cuore, le vostre scorte di Amore sono deboli o scarse, chiedete, prendete da chi vi ama perché vi è un tempo per dare come vi è un tempo per ricevere.

Soprattutto adesso vi è il tempo di riconoscere. Solo amando, sempre fu detto in passato e ora lo ripetiamo, solo amando vivrete veramente l’Amore in voi. Non è un paradosso, è un esercizio e quindi sperimentatevi nell’Amore. Nessun essere si è mai allontanato completamente dallo spegnersi del desidero e dell’Amore stesso, persino quando alcune forze “amano ciò che non è amore”, perché anche lì vi è ancora la scintilla dell’amore. Riflettete ancora una volta su questo nostro termine che comporta sempre il riconoscimento di una parte di desiderio e di Amore.

Dunque cari fratelli e sorelle, cari amici, cari maestri, non vi dimenticate mai di essere Esseri di Amore che donate con il vostro esempio, con la vostra essenza, anche se non lo riconoscete ancora completamente. Vi è sempre Amore in voi e intorno a voi, e chi da lungo tempo è con noi in questo progetto, in questa avventura, può osservare come nonostante le difficoltà vi siano evidenti segni di aumento di Amore nella propria vita.

Noi abbiamo un poco, forse a volte anche molta esperienza in più di voi riguardo all’espressione dell’Amore. Eppure non abbiamo la risposta definitiva perché ogni volta che ci avviciniamo ad essa questo limite dell’Amore si amplia, si estende e di conseguenza ci è impossibile portarvi e descrivere a voi la perfezione assoluta perché essa è sempre in mutevole evoluzione.

Troverete l’Amore perfetto nella vostra vita? Forse no, ma non è questo il vostro compito: il vostro compito è quello di manifestare perfettamente il vostro Amore, per voi stessi e per chi vi è intorno. È forse così importante conoscere tutti gli ingredienti di una torta che un vostro amico vi ha donato e che lui ha fatto? Questa torta è buonissima e voi solo dopo averla gustata gli chiedete la ricetta.

Così è anche per l’Amore, vivetelo nella vostra vita! Questo è ciò che importa più che comprendere come esso sia arrivato a voi. Cambiando esempio se un vostro amico, una persona a voi cara, vi chiede del cibo perché ha fame o dell’acqua perché ha sete, voi subito donate cibo e acqua, dopo forse potete chiedere come mai lui o lei avevano così fame o sete ma ciò che importa è il vostro dono. Credo che comprenderete questi esempi.

Io vi consiglio di vivere nel cuore, vi consiglio di respirare nel cuore, vi consiglio di riconoscere l’Amore che è intorno a voi adesso, vi consiglio di non perdere tempo, di amare sempre. E vi consiglio persino di allontanarvi dagli esempi del passato. Anche io che vi sto parlando sono stato in una vita passata, in tante vite alla ricerca della manifestazione della perfezione dell’Amore. Come altre persone che voi avete reso Sante, ho compiuto scelte drastiche nella vita e ho manifestato l’Amore in forme compiacenti ai miei limiti, i limiti dell’uomo che ero, del tempo in cui vivevo. Cari fratelli e sorelle andate oltre persino a noi che siamo stati i vostri esempi. La vostra capacità di amare è simile alla nostra ma la vostra possibilità è più grande di quella che fu per noi e quindi la vostra esperienza dell’amore può essere più profonda. I tempi sono vostri, il tempo è vostro.

Riconoscete l’Amore in base alla vostra esperienza e manifestatelo in base ai vostri desideri: il sogno che Dio ha per tutti noi corrisponde molto al sogno che voi avete per voi stessi. Ancora una volta siamo uniti in questo compito, in questa manifestazione, in questa possibilità dell’Amore.  La benedizione scenda adesso su di noi, è la benedizione dell’Amore stesso, è nell’aria, brilla come molecole pulsanti intorno a voi, amati, amate sorelle, amati fratelli, potete sentire un soffio, una vibrazione o percepire persino elettricità intorno a voi.

Quando avremo finito questo incontro andate e accarezzate, abbracciate il vostro compagno, la vostra compagna, il parente più vicino a voi, un vostro amico, persino accarezzate le vostre piante, i vostri animali ai quali appartenete. Essi riconosceranno e scambieranno questo Amore con voi. Bevete e mangiate qualcosa dando una benedizione al cibo, agli elementi, e anche questo vi tornerà.  Non abbiate paura di riconoscere l’Amore in voi, non abbiate paura di accettarlo dagli altri, non abbiate paura di canalizzare voi stessi l’Amore, non abbiate paura di Amare le vostre paure. Adesso voi siete profondamente i pionieri, i cavalieri dell’Amore, i servitori di questa forza. Profondamente ciò che serve viene servito, profondamente e completamente chi dà potrà ricevere.

Tutto ciò che accadrà, tutto ciò che vedrete accadere, tutto ciò che già osservate e che non vi appare consono all’energia dell’Amore, è esso stesso opera dell’Amore. É l’Amore stesso che lava queste incrostazioni dal tempo, dall’etere, da se stesso. Quindi osservate tutti i vostri cambiamenti come accadimenti preliminari che accompagneranno l’Era dell’Amore, dell’Unità, del riconoscersi e del riconoscere le Leggi Universali. Concedetevi, come è giusto che sia, anche una pausa a volte nella manifestazione dell’Amore che avete da donare agli altri e che sentite in voi, ma la vostra fiamma è così eterna e perenne che non si spegnerà mai, anzi.

Adesso vado, adesso le schiere angeliche si stanno dolcemente ritirando a voi perché anche ricevere troppo Amore può essere troppo per voi. Tutti gli Angeli che osservo adesso rimarranno al vostro fianco, l’incontro continuerà con la vostra anima. Insieme nel vostro sonno profondo stasera continueremo questo incontro, questa festa nei Giardini Astrali, nei Giardini dell’Eden.

A presto, la benedizione di San Francesco è per voi adesso.

[Tutti i commenti di chi ha letto questa canalizzazione si trovano in questa pagina: clicca qui]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *